Istituto Ligure per la Storia della Resistenza e dell′Età Contemporanea

Introduzione

Dal 2015 l’ILSREC ha avviato un programma pluriennale di attività finalizzate in primo luogo alla tutela, valorizzazione, fruizione del proprio patrimonio culturale e documentario, alla promozione della conoscenza della storia del ‘900 e della specificità territoriale della Liguria.
Il programma muove lungo tre direttrici: l’informatizzazione di dati, con creazione di database online allo scopo di condividere i contenuti e aprire il confronto con studiosi, ricercatori e cittadinanza; la digitalizzazione del materiale archivistico – cartaceo, fotografico, audio-video – e del patrimonio librario; l’organizzazione di eventi pubblici.

In questa prospettiva è scaturito il progetto della Banca dati del partigianato ligure, avviato nel 2016 con il contributo della Compagnia di San Paolo.

Il progetto si sviluppa grazie alla collaborazione dell’Archivio Centrale dello Stato, presso il quale sono conservate le pratiche e la documentazione costituenti il fondo Ricompart “Ufficio per il riconoscimento qualifiche e per le ricompense ai partigiani”, istituito nell’ immediato dopoguerra, per il censimento e l’assegnazione delle qualifiche partigiane.
In esso sono raccolte le carte della Commissione regionale Ligure, incluse oltre 34.000 schede riepilogative che si riferiscono ad altrettanti fascicoli contenenti la documentazione prodotta per ogni singola richiesta.

Le schede raccolgono i dati biografici, l’esperienza militare precedente all’8 settembre 1943, la carriera partigiana, unitamente ai dati concernenti l’eventuale ferimento, deportazione o detenzione e la qualifica attribuita dalla Commissione ligure: le informazioni contenute in ciascuna di esse, una volta ottimizzate, sono state riportate nei 42 campi testuali che compongono il singolo record.
La sistematizzazione dei dati ha permesso di tracciare una serie di profili che si riferiscono ai combattenti e di delineare un quadro organico delle formazioni operanti nella Regione, inserendole in un contesto sociale, oltre che storico e geografico.

La specificità di ogni campo, unitamente ai numerosi criteri di ordinamento, permette di effettuare ricerche incrociate che possono diventare strumento per analisi di matrice storico - sociologica.

La Banca dati del partigianato ligure è un progetto pluriennale, rivolto alla società civile, agli studenti, ai ricercatori, ai docenti e, in generale, a tutti coloro che sono interessati al fenomeno resistenziale in Liguria tra il 1943 e il 1945.
Trattandosi di una mappatura a largo raggio, la Banca dati del partigianato ligure è un progetto open, in grado di ampliarsi nel tempo con il contributo degli utenti, ai quali è dedicata una specifica casella di posta elettronica per l’integrazione dei dati presenti (partigianato.ligure@ilsrec.it).

Si ringraziano la Compagnia di San Paolo, Coop Liguria e le confederazioni sindacali Cgil, Cisl e Uil senza i quali non sarebbe stata possibile la realizzazione del progetto.
Un ringraziamento inoltre a quanti hanno partecipato a vario titolo: Anpi provinciale di Genova, Istituti storici della Resistenza di Imperia, La Spezia, Savona.